In viaggio tra le colline del prosecco

Ciao mi chiamo Giuseppe ed oggi inizia il nostro appuntamento, dove vi porterò alla scoperta del territorio, dei prodotti e delle persone che producono il Prosecco DOCG.

Pronto? Bene, mettiti comodo e lasciati trasportare in questo viaggio alla scoperta del Prosecco Superiore di Valdobbiadene e Conegliano.

Oggi ti parlerò di quando siamo andati a Valdobbiadene, precisamente al ristorante la Cima, un posto davvero magico circondato da vigneti. Un piccolo consiglio: questo ristorante dà l'opportunità di vivere un'esperienza davvero fantastica e poter mangiare fisicamente in mezzo alle file del vigneto. 

E cosa sono andato a fare? Non ero solo, con me c'erano anche mio fratello Gino, il nostro amico Isuf ed un tecnico foto e video, infatti quel giorno dovevamo creare un video e fare delle foto del territorio e di noi (anche se a me non piace essere fotografato ndr) per poterlo far vedere a tutti ed anche a te, ma da questa giornata non sono uscite solamente stupende foto e video che potete trovare nel sito ma anche una curiosa vicenda. Ricordi il ristorante La Cima? Bene, parlando con il proprietario, ci è balenata una domanda in testa che gli abbiamo subito girato ovvero 'Ma tu con tutte queste splendide vigne, perché non fai il tuo Prosecco?' 

La sua risposta ha spiazzato tutti:

"Certo, io produco il mio Prosecco Superiore ma esclusivamente per i clienti del ristorante ed ovviamente per uso personale"

Alchè gli chiesi subito perché non lo vendesse anche fuori:

"Non è il mio lavoro ma più una passione, ciò non toglie che ai miei clienti sono più che felice di far provare il nostro prodotto"

Passione -  questa parola la sentirete molto spesso nel nostro viaggio, perché per produrre questo fantastico prodotto c'è un dispendio di risorse economiche ma soprattutto umane, la sua lavorazione non prevede molti mezzi meccanici per facilitare il lavoro delle persone ma viene fatto principalmente a mano! Questo appunto comporta un grande sforzo da parte dei produttori che li spinge giorno dopo giorno a continuare a prendersi cura delle proprie amate vigne (per alcuni veri e propri figli).

Ritornando al ristorante La Cima, grazie alla passione del proprietario, è possibile godere del suo prodotto esclusivamente nella sua location. E se devo essere sincero non potevo farmi scappare questa occasione, l'ho provato e devo dirti che quel Brut è stata una vera scoperta! In bocca dona freschezza ed è ottimo come aperitivo, se lo assaggerete fidatevi, non ne rimarrete delusi. 

Questa era la prima pillola del Blog, lascia un tuo commento o pensiero alla fine, mi farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi o se hai vissuto anche tu una situazione simile.

Continuando il nostro viaggio ora ti porterò a conoscere un'altra realtà, la cantina Gemin, che si trova a Valdobbiadene sulla strada di rientro verso Castelfranco Veneto. Questa è una realtà molto piacevole, con una produzione importante e con un'ottima gamma di prodotti. Io oggi mi soffermerò su il Pioniere Rive di Santo Stefano extra brut 

bottiglia di prosecco il pioniere cantina Gemin

Dal mio punto di vista è il legame che collega i produttori direttamente con il territorio, infatti viene prodotto con uve che si trovano nelle Rive, ovvero pendii difficilmente accessibili e dove la raccolta delle uve viene fatta esclusivamente a mano.

Questo come altri del suo genere è una vera eccellenza, infatti la produzione è limitata, quindi non esitare  perché potresti dover aspettare quasi un anno prima che torni disponibile. Acquista Ora 

L'incontro con questo prodotto è avvenuto in cantina da Gemin dove gentilmente ce l'hanno fatto assaggiare, e come immaginavo è stata una piacevole conferma ed  è difficile trovarne dei difetti.

Direi che per oggi possiamo salutarci! Piccolo spoiler - il prossimo viaggio ti porterà nel mondo del Millesimato e di una "sciabolata" non finita benissimo. Per rimanere sempre aggiornato su nuovi prodotti, offerte, articoli del blog ed eventi seguici su facebook - instagram e crea il tuo account personale di soloprosecco.it

Buona domenica da SoloProsecco.it